Prenotazione Campo Calcio

cell. 339.7916671 CLICCA QUI

Squadre e risultati

Dove siamo

Utenti collegati

Visite del sito

  • 196048Totale Visite:
  • 0Visite di oggi:
  • 56Visite di ieri:
  • 532Visite settimana:
  • 96Media al giorno:
  • 07/05/2009A partire dal:

Previsioni Meteo

Rimini
21/11/2017, 00:07
Sereno
Sereno
3°C
Temperatura percepita: 5°C
Pressione: 102 mb
Umidità: 93%
Vento: 0 m/s N
Alba: 7:11
Tramonto: 16:39
Previsione 20/11/2017
Giorno
Soleggiato
Soleggiato
14°C
Previsione 21/11/2017
Giorno
Parzialmente Soleggiato
Parzialmente Soleggiato
14°C
Previsione 22/11/2017
Giorno
Nuvoloso
Nuvoloso
14°C
 

Commenti recenti

  • Alta: Great information. Lucky me I came across your...

  • webmaster: Complimenti alla Stella!

BASKET Under 19 Elite – 17^ GIORNATA

A.S.D POL. STELLA – BASKET MANETTI RAVENNA=  62-75

PARZIALI: 12-23, 24-20, 15-15, 11-17

Tabellino Pol.Stella: Coach Ferro; Cupioli 3, Garbelotto 21, Amadori 9, Zou 0, Sacchetti 15, Genghini 6, Villa 2, Ridolfi 0, Ferrini 0, Nies 2, Morolli 0, Russu 4

Tabellino Basket Manetti Ravenna: Coach Lunghini; Del Vecchio 31, Savazza 5, Santi 12, Bramante 8, Lacci 11, Caroli 8, Pinza 0

Non bastano le 10 bombe degli stellini (sette di Garbelotto) per domare una Manetti Ravenna in gran giornata, con tre giocatori in campo che militano nelle file della serie B (Del Vecchio, 31 punti) e che giocano un basket veloce, fisico, e preciso negli allunghi, nei passaggi, nel tiro.

La classifica non è certamente rapportata al valore della squadra che sforna partite vincenti con le grandi e cade invece in sconfitte inaspettate, ma ciò dipende sempre dal fatto di avere 0 no quei giocatori che frequentono la B, ed oggi contro i riminesi c’erano tutti. Gli stellini sono stati sorpresi nella prima fazione di gioco con un pesante 4-19 iniziale che li ha innervositi, anche se alcuni punti alla fine sono stati rosicchiati ad una Manetti comunque padrona della situazione (12-23). Ferro prende le misure , applica il press, cambia giocatori, gioca a zona, e qualche risultato lo ottiene, tanto che il secondo quarto è vinto dagli stellini (24-20) ed il terzo quarto finisce in parità (15-15). Pesa per i riminesi il divario iniziale che  non si riesce colmare perchè per quanti canestri riesci a segnare altrettanti ne subisci da una squadra scaltra e precisa anche nei tiri liberi (16/20). La quarta ed ultima fase  vede i giocatori ravennati controllare il gioco volonteroso ed arrenbante degli stellini, tesi a recuperare quei sette punti (51-58). Ma gli attacchi si concretizzano in solo qualche tiro da tre essendo difficile penetrare nella difesa a zona di una prestante Manetti. La corsa ai PLay off degli stellini comunque non finisce con questa sconfitta. Decisiva sarà comunque la partita di domenica 4 marzo contro Pontevecchio (BO), che avanza di 2 punti la Stella e che ach’essa si gioca buona parte dei play off.

BASKET U19 3^ in Coppa Emilia-Romagna

I ragazzi della Stella digeriscono in fretta la sconfitta di sabato in semifinale contro il quotato Basket 95 Faenza proveniente dall’Elite (49-66) e si presentano compatti e nient’affatto remissivi alla finale per il 3^ posto. In pratica la finale tra le squadre provenienti dall’Under 19 Regionale.

La partita è un lungo testa a testa con la Pallacanestro Correggio, gli stellini partono bene e sostanzialmente conducono tutta la gara. L’apporto di tutti e 9 i ragazzi presenti è sostanziale, consentendo al quintetto di arrivare  nel finale sufficientemente lucido per vincere la partita. Il finale è emozionante come tutta la gara, la Stella con meno di 2 minuti da giocare è in vantaggio di 4 punti. 2 disattenzioni contro il pressing e l’aggressività dei reggiani  portano a subire il pareggio, ma i ragazzi non si scoraggiano. Nei secondi finali gli stellini sorpassano il Correggio 75 a 73. Non è finita, sulla rapida rimessa degli avversari viene commesso fallo approfittando del fatto che ancora non si è raggiunto il bonus. Time out Correggio con meno di 5 secondi da giocare. Sulla rimessa in zona d’attacco i ragazzi riminesi non si fanno trovare impreparati, impediscono la ricezione all’avversario più pericoloso e chiudono benissimo sul ricevente che fa partire  un tiro sbilenco rapidamente catturato della difesa stellina.

POI E’ GRANDE FESTA per un 3^ posto meritatissimo.

Risultato finale

Pol. Stella 75 – Pall. Correggio 73

BK U.19 una STELLA alla FINAL FOUR

SERENA BASKET 80 BO – POL. STELLA RIMINI 66 – 71

BRAVI RAGAZZI

avete battuto in trasferta il Serena Basket 80 con il cuore la grinta contro un avversario degno.

Un buon gruppo di ragazzi e una squadra ben allenata possono giocare per una partita anche senza allenatore.

AMADORI Michele LEURINI Luca ZANNONI Giacomo FERRINI Lorenzo MINIUTTI Matteo TEZZELLE Lorenzo AMADUZZI Nicola GARBELOTTO Enrico BOLLINI Federico RUSSU Artem MISSIROLI Matteo D’ANGELO Riccardo  MAGGIOLI Emanuele VANNUCCI Riccardo e TUTTI i ragazzi che hanno contributo a questo risultato.

Grazie anche a chi con Voi ha lavorato a vario titolo

GALLI Andrea GALLO Marco COLOMBARI Lanfranco GIANNINI Andrea FERRO Maurizio ZANNONI Renzo

Grazie ai Genitori, nonni e parenti vari senza i quali non si sarebbe potuto ottenere questo splendido risultato.

Ma non è ancora finita. TUTTI A VIGNOLA SABATO 28 E DOMENICA 29.

Basket Under 19 – Play-off

Rimini 18 maggio 2011

Polsiportiva Stella Rimini – Serena Basket 80 Bologna: 62 – 60

Inizia con una vittoria “di carattere” l’avventura degli under 19, impegnati nei quarti di finale di playoff regionali valevoli per accedere alle final-four, contro il Serena Basket 80 Bologna, qualificata del girone D.

Battaglia ci si aspettava e battaglia è stata, sino in fondo, fino all’ultimo possesso, in un’atmosfera carica e piena di energia: 62-60 il punteggio finale, un +2 che lascia tutto aperto in vista della sfida di ritorno.

Non è stata di certo una partita perfetta dal punto di vista tecnico, caratterizzata da diversi errori in buona parte dovuti alla tensione, ma certamente emozionante; d’altra parte si sa, nei playoff conta solamente essere davanti alla sirena finale.

Entrano bene in partita i ragazzi di coach Galli, che vanno subito avanti 6-0 e che tengono a distanza gli ospiti (12-7 al 5’) per merito di una difesa a tutto campo che limita la costruzione del gioco ospite.

La squadra bolognese non tarda però molto a prendere le adeguate contromisure, e grazie al proprio playmaker Rizzardi prima aggancia e poi sorpassa i padroni di casa, a loro volta messi in difficoltà dalla difesa tattica disegnata da coach Amanti. I primi 10 minuti si chiudono sul 15-18.

Nel secondo quarto l’inerzia scivola nelle mani bolognesi, nel frattempo passati a zona 2-3, che trovano in Di Pasquale il terminale offensivo preferito (8 pt con 2/2 da 3 punti nella frazione).

La Stella dal canto suo non è più precisa come nelle prime battute, e non riuscendo a trovare con continuità la via del canestro (zavorrata dallo 0/8 nelle triple), si scompone e perde qualche pallone di troppo, concedendo tiri facili agli avversari (31-39 a metà gara).

Il secondo tempo riparte con lo stesso copione, con la Stella che deve fare i conti anche con i problemi di falli di Miniutti e Missiroli, mentre le polveri al tiro rimangono bagnate e l’attacco incagliato nella zona ospite, che senza strafare gli permette di toccare la doppia cifra di vantaggio per poi chiudere la frazione sul +9 (42-51).

Serviva una scossa per accendere il match, e la Stella la trova nell’ultimo e decisivo quarto.

Prima la zona 1-3-1 inceppa l’attacco ospite, poi finalmente si torna a graffiare con Ferrini che imbuca la prima conclusione pesante della gara che vale il -3 sul 51-54 del 35’, preceduto dai canestri di Amadori, Missiroli e Miniutti.

L’aggancio è opera della coppia Amaduzzi-Russu (bell’assist del primo per il canestro con fallo di Art), mentre il sorpasso è griffato dalla prima tripla di Zannoni, dopo il canestro ospite di Brini.

Si entra così nell’ultimo minuto con le squadre in parità: Lippa con un tiro dai 5metri regala l’ultimo vantaggio ospite, prima che Zannoni replichi con la seconda bomba della sua serata ad una manciata di secondi dalla fine.

Il tentativo di Bologna di portare a casa la gara si spegne contro la difesa gialloblù, sul ribaltamento Amaduzzi subisce fallo e fa ½ dalla lunetta.

Finisce così 62-60, con il ritorno che si giocherà lunedì 23/5 alle ore 18.

I tabellini:

POL STELLA RIMINI:

Amadori 8, Zannoni 6, Ferrini 16, Miniutti 7, Villa, Amaduzzi 3, Garbelotto, Bollini, Russu 8, Missiroli 8, D’Angelo 6

SERENA BASKET 80 BO:

Lippa 14, Di Pasquale 8, Grossi, Rizzardi 17, Brini 4, Poluzzi 11, Faggioli, Selleri, Pavone 6.

Under 19 – fase ad orologio

Ecco i resoconti delle prime due giornate della fase ad orologio che dopo le prime tre gare terminerà con la sfida interna con l’Artusiana Forlimpopoli.

Per accedere ai quarti di finale ad eliminazione diretta della Coppa Emilia Romagna, malgrado l’ottimo piazzamento della prima fase, potrebbero non bastare le prime tre vittorie per cui la vittoria contro l’Artusiana diventa determinante

Marciano 06 aprile 2011

MORCIANO – STELLA:  60-111

Pioggia di canestri al Palapedriali di Morciano, dove gli under 19 si impongono 111-60 in casa del fanalino di coda nella prima giornata della fase ad orologio.

Netto il divario tra le due squadre, già evidente nelle due precedenti apparizioni di campionato conclusesi con divari oltre i 40 punti.

Nei primi dieci minuti Locatelli tiene a galla i suoi con canestri di pregevole fattura (16-22), ma appena la stanchezza comincia ad affiorare, non c’è più storia e Missiroli e compagni possono veleggiare indisturbati fino al “centello” abbondante del finale.

I parziali: 16-22, 30-52, 47-77, 60-111.

La seconda fase proseguirà nell’ordine con la sfida al Ca’Ossi Forli tra le mura amiche, ancora Forlì, ma in casa del Don Bosco, e terminerà con la sfida interna con l’Artusiana Forlimpopoli.

Per accedere ai quarti di finale ad eliminazione diretta della Coppa Emilia Romagna, occorrerà vincere almeno 2 delle 3 partite rimanenti, visto il buon piazzamento della prima fase.

Il tabellino POL STELLA RN:

Amadori 21, Leurini 2, Ferrini 21, Miniutti 17, Amaduzzi 8, Vannucci, Bollini 7, Missiroli 18, Maggioli 5, D’Angelo 12

Rimini 16 aprile 2011

STELLA – CA’OSSI: 76 – 50

Bella vittoria per gli under 19 di coach Galli, che fanno il loro dovere e battono 76-50 un “rognoso” Ca’Ossi Forlì al termine di una partita giocata su buoni livelli da tutto il gruppo.

E’sempre positivo vedere il tabellino ben distribuito tra i componenti della squadra, indizio che l’intesa tra i ragazzi ha funzionato al meglio, come peraltro già avvenuto nelle migliori prestazioni stagionali.

Al contrario di quello che il +26 finale possa far credere, il match è stato avvincente per l’intera prima frazione (18-17 al 10’, 34-32 all’intervallo), nella quale si è assistito ad un alternarsi di vantaggi seppur minimi.

Tra gli ospiti Vittori (20) ed il solito Asani (17) si dimostrano assai vivaci e precisi, dall’altra parte in sequenza ognuno fa il proprio dovere e contribuisce a mantenere alta l’intensità.

Inizia Amaduzzi con i primi 6 punti del match (10 alla fine), ben presente a rimbalzo così come Maggioli, che ben fa valere le proprie doti atletiche (ben 13 carambole).

Nel secondo tempo la Stella raddrizza la mira, e punisce ripetutamente da 3 punti la difesa a zona forlivese, prima con Amadori (3) e Miniutti, poi con Tezzele (2, diamo buona anche quella “di tabella”..), grazie anche ad una più fluida circolazione di palla.

Il vantaggio ben presto si dilata grazie al 22-11 del terzo quarto (56-43) e ad un ottimo inizio di ultima frazione, nella quale possesso dopo possesso il divario si assesta sul +26 della sirena.

E’balzata poi agli occhi la differente brillantezza a livello fisico, divenuta nel corso del match sempre più evidente, con gli ospiti che hanno sofferto la buona difesa gialloblù, e Missiroli e Ferrini che sono andati a nozze trovando buone conclusioni a campo aperto.

Rimane così inalterato il vantaggio in classifica sull’Artusiana Forlimpoli, unico ed ultimo ostacolo tra i ragazzi e la fase finale che avrà inizio da metà maggio.

Il tabellino POL STELLA RN:

Amadori 13, Leurini 2, Zannoni 5, Ferrini 9, Miniutti 12, Amaduzzi 10, Tezzele 6, Bollini 6, Missiroli 6, Maggioli 7, D’Angelo.

BASKET U.19 – 4° giornata orologio

PGS BK Don Bosco Forlì – Polisportiva Stella Rimini: 41 – 111

Data 27.04.2011

Vittoria esterna per l’under 19, che si imponge con un perentorio 111-41 contro il rimaneggiato PGS BK Don Bosco Forlì. Nel 1° quarto gli stellini partono decisi e con un pressing asfissiante scavano un parziale importante per un parziale di 41 a 11. Da lì in poi la partita non ha più storia e tutti i componenti della squadra vanno a segno ad eccezione dell’influenzato D’Angelo che precauzionalmente rimane a riposo.

Il tabellino:

POL STELLA RN:

Amadori 11, Zannoni 3, Ferrini 26, Miniutti 28, Amaduzzi 10, Vannucci 5, Bollini 8, Missiroli 10, Maggioli 10, D’Angelo n.e.

Basket Under 19 – 10^ giornata ritorno

Cesenatico 28 marzo 2011

Basket Cesenatico 2000 – Polisportiva Stella Rimini: 90 – 48

Ultima partita della prima fase per gli under 19 e batosta senza attenuanti per i ragazzi di coach Galli, che nell’ultima giornata della prima fase rimediano un “glaciale” – 42 sul campo dell’ottima Polisportiva 2000 Cesenatico, arrivata prima nel girone e “tirata a lucido” per l’occasione.

Nelle fila stelline, si è fatta sentire l’assenza di Missiroli ko per influenza, mentre i padroni di casa hanno aggiunto al già ottimo roster il miglior giocatore degli Under 17 d’Eccellenza, Brighi.

Non basta di certo questo tuttavia per spiegare un risultato tanto altisonante quanto inaspettato, anche se ad onor del vero non tutta la gara è stata da buttare.

L’intero primo tempo è rimasto infatti in equilibrio, con la Stella capace nelle prime battute di mettere più di una volta il naso avanti (6-10 al 5’), e di rispondere poi colpo su colpo alla reazione dei padroni di casa, che via via però, hanno centrato la mira e trovato numerosi canestri dalla distanza (molto bene Moneta e Brighi).

Alla prima sirena il tabellone segna 20-16, mentre il 35-28 del 20’ è frutto di un break di 13-6 degli ultimi 3 minuti; la partita di fatto dura un tempo, poiché nel secondo Cesenatico sfoggia una difesa asfissiante che manda letteralmente in tilt i nostri ragazzi, incapaci di costruire azioni offensive corali.

I 20 punti totali del secondo tempo ne sono la prova, frutto anche di percentuali deficitarie sia al tiro da 3 punti che dalla linea dei liberi; i padroni di casa di contro giocano sul velluto, mostrando una condizione atletica nettamente migliore, forgiata dal campionato di Promozione che la stessa formazione ha disputato.

La sirena finale sancisce una sconfitta pesantissima (90-48), che più che mai stona con la nostra squadra, capace per larghi tratti della stagione di dominare gli avversari facendo dell’entusiasmo e dell’umiltà le sue armi più importanti.

Ora non rimane che tornare in palestra e ricominciare a lavorare, perché nonostante i primi 2 posti siano sfuggiti, la stagione è ancora lunga e possiamo toglierci ancora delle soddisfazioni;

da oggi con un motivo in più, perché forse è stato necessario toccare il fondo per ritornare a galla, più forti di prima.

Basket Under 19 – 8^ e 9 giornata ritorno

Riccione 10 marzo 2011, 8^ giornata ritorno

Basket Riccione – Polisportiva Stella Rimini: 52 – 73

Vittoria esterna per i nostri under 19, che si impongono 73-52 sul campo dei Dolphins Riccione, squadra che naviga poco sotto la metà classifica e che all’andata, complici le assenze, aveva incassato un pesantissimo 111-46 parzialmente riscattato da questa discreta prestazione.

La Stella è protagonista (si fa per dire) di una partenza stile “bradipo”, concedendo alla squadra di casa di portarsi addirittura sul 12-5 al 6’, con una serie di giocate offensive confuse e una difesa priva di mordente.

Solo sul finire del quarto le cose sembrano migliorare (12-11 al 10’), ma nonostante le rotazioni anche l’inizio del secondo non è dei migliori, così sul 16-17 del 14’ coach Galli è costretto a fare la voce grossa nel corso di un timeout.

Fino a quel momento i nostri ragazzi erano stati troppo brutti per essere veri, ma ciò che importa è che la squadra si sia ritrovata, difendendo con attenzione e attaccando finalmente con decisione il canestro.

Il parziale di 43-16 nei successivi 14 minuti ne è la naturale conseguenza (22-36 al 20’, 32-60 alla fine del terzo periodo), con Amadori e Ferrini capaci di colpire con precisione chirurgica, ben supportati da tutta la squadra che ha tenuto alta l’intensità, senza risparmiarsi come invece aveva fatto in precedenza.

Negli ultimi 10 minuti si ritorna al “minimo sindacale”, ma va bene così, poiché la gara era in cassaforte (massimo vantaggio +32 al 33’) ed è stato giusto lasciar giocare anche i padroni di casa, protagonisti comunque di una buona prova, nella quale Ortenzi e Corinaldesi hanno ben figurato.

Prossimo impegno il “derby” esterno contro il Ca’Ossi Forlì, squadra ostica che all’andata aveva ben figurato nonostante il -17 finale, gara peraltro da non fallire per tenere accese le speranze playoff.

Il tabellino:

POL STELLA RN:

Amadori 19, Leurini 2, Zannoni 6, Ferrini 17, Tezzele 2, Amaduzzi 13, Vannucci, Bollini 4, Missiroli 7, D’Angelo 3.

Forlì 15 marzo 2011, 9^ giornata ritorno

Ca’Ossi Basket Forlì – Polisportiva Stella Rimini: 53 – 64

Commento del coach Galli

Come noto, il basket è uno sport che si gioca con la palla; è inoltre accertato che certe partite le vinci solo se hai le “palle” (di seguito denominate “attributi”).

Bene, gli under 19 hanno dimostrato di avere attributi da vendere, perché il 64-53 con cui si sono imposti sul parquet di Forlì merita di essere raccontato e ricordato.

Sono queste le partite che cementano un gruppo, e che rendono orgoglioso un allenatore, perché la squadra ha saputo essere più forte di tutto e di tutti.

Ha avuto l’ardore di difendere forte dall’inizio alla fine, di non cadere nelle provocazioni, di stare li con la testa, sempre concentrata e straordinariamente lucida nel finale.

Una prova di maturità e carattere, nonostante prima della partita sia arrivata la notizia del 43-48 con cui Ravenna ha praticamente regalato la qualificazione anche a Cesenatico, che i nostri ragazzi dovranno battere di 25 punti nell’ultima gara per accedere alla fase successiva senza passare dagli spareggi (potrebbero infatti non bastare le 17 vittorie su 20 partite, grazie a questo “biscottino?”).

La cronaca.

Come da pronostico la squadra di casa si schiera immediatamente a zona 2-3, ma la Stella in settimana se l’era preparata a dovere e si ritaglia subito un buon vantaggio grazie ad una difesa ermetica e ad un attacco ben intonato ( 7-18 al 10’, bene Miniutti, Ferrini e Amadori).

Nel secondo quarto la partita comincia ad accendersi, Forlì passa 1-3-1 (zona, manco a dirlo), creando qualche difficoltà in più all’attacco ospite, mentre la guardia di casa Lucchi è protagonista di un quarto da 10 punti, che mantiene a galla i suoi, anche se lo svantaggio non scende mai sotto la doppia cifra (21-31 al 20’).

Nel terzo quarto, va in scena “il teatrino” forlivese: i giocatori di casa iniziano ad accentuare ogni minimo contatto e chiamano a gran voce infrazioni in buona parte inesistenti, ben coadiuvati da un pubblico che ben presto scende a livelli minimali, offendendo ripetutamente prima i giocatori e poi l’allenatore ospite.

Corre il 23’, la Stella è sul +14, Missiroli stoppa un avversario, il quale protesta e si becca un fallo tecnico “sacrosanto”. L’inerzia è totalmente nelle mani ospiti, ma Ferrini fa 0/2 ai liberi e sul possesso seguente viene fischiato fallo in attacco a Miniutti (botta nei denti per lui), il quale commette il doppio errore di rispondere al pubblico e di andare negli spogliatori senza il permesso dell’arbitro.

Il risultato della “genialata” di Mignu è un altro fallo (tecnico) a suo carico attribuito alla panchina, con conseguenti tiri liberi e possesso ospite.

Capitan Asani fa 2/2 dalla linea della carità, e capitalizza il possesso con un tiro da 3 punti a cui replica pochi istanti dopo. Dal possibile +16, la Stella vede ridursi il suo vantaggio a sole 4 lunghezze, in bonus e con l’arbitraggio inevitabilmente condizionato dalle continue proteste e da un pubblico a cui non pare vero di aver “resuscitato” una partita praticamente persa fino a pochi istanti prima.

Il terzo quarto si chiude così sul 41-45, e tutto è da rifare per i nostri ragazzi.

Al repertorio tattico di casa mancava solo la box-and-one, spesa su Amadori all’inizio del 4° quarto; è il momento in cui Forlì produce il suo massimo sforzo, rientrando fino a-2, ma da quel momento si scatena Missiroli, solido a rimbalzo e bravissimo in attacco, che nel frangente decisivo tiene a distanza i padroni di casa (45-50 al 33’).

A quel punto, coach Galli decide che è il momento di cambiare difesa, per riprendere il controllo dei ritmi di un gioco diventato troppo frenetico, causa l’agonismo esasperato del match; si passa così a zona 2-3, accorgimento che trova impreparati i padroni di casa, ai quali manca la lucidità per attaccarla.

D’Angelo firma il +6 con un tiro dalla media, gli risponde ancora Asani con una tripla da 7 metri all’ultimo dei 24 secondi dell’azione successiva (52-55); ma è l’ultimo sussulto forlivese, perché la Stella fa circolare bene la palla in attacco e trova buone soluzioni ancora con Missiroli e Garbelotto (52-59 al 37’), barricando poi l’area senza concedere più nulla.

Mancano poco meno di 2 minuti, i ragazzi hanno negli occhi tanta di quella voglia di vincere che nessuno avrebbe potuto fermarli: i padroni di casa sparacchiano senza successo, Ferrini invece la mette da 3 punti per il 52-62. Non è solo una “bomba”, ma un macigno che chiude di fatto la partita (53-64 il finale), per la gioia, strameritata, di tutti.

Al rientro negli spogliatoi, D’Angelo abbraccia i compagni e urla “Abbiamo 2 palle così..!!!!”.

Hai ragione Riki, le abbiamo avute e questa vittoria ce la godiamo alla grande.

Rimane solo la trasferta di Cesenatico prima di chiudere la prima fase di campionato: come già detto, grazie al “regalo” ravennate (perché normalmente 43 punti li segna in un quarto) i padroni di casa avranno una dote di 24 punti da gestire.

Troppi da recuperare? Chissà, forse sì. Ma provarci è d’obbligo, perché nel basket nulla è impossibile, tantomeno per la nostra squadra.

Il tabellino:

POL STELLA RN:

Amadori 14, Zannoni, Garbelotto 2, Ferrini 22, Miniutti 5, Tezzele, Morolli, Bollini, Missiroli 16, D’Angelo 5.

Basket Under 19 – aggiornamento risultati

7^ Giornata ritorno, Rimini 7 marzo 2011

Polisportiva Stella Rimini - Basket Morciano: 107 – 42

Finisce 107-42 il testa-coda Stella – Morciano, valido per la settima di ritorno del campionato Under 19 regionale.

Il punteggio è già di per se sufficiente per rendere l’idea sul divario tecnico tra le 2 squadre, con gli ospiti capaci di una sola vittoria in 20 partite.

Da segnalare comunque il roboante 42-11 degli ultimi 10 minuti, frutto di un numero incredibile di recuperi grazie ad una zone-press ben messa in pratica dai padroni di casa, nei quali tutti i ragazzi a referto sono andati a segno.

Per quanto riguarda i parziali, il primo quarto si è concluso sul 17-7, mentre alla sirena di metà gara il punteggio era di 41-15; alla fine del terzo quarto 65-29, prima dell’ultimo parziale chiusosi come detto sul 107-42 (paste per Ferrini).

Prossimo impegno esterno sul campo dei Dolphins Riccione.

Il tabellino POL STELLA RN

Amadori 23, Leurini, Zannoni 3, Ferrini 16, Miniutti 16, Tezzele 4, Amaduzzi 4, Vannucci 2, Bollini 8, Missiroli 25, D’Angelo 6

6^ Giornata ritorno, Forlimpopoli 1 marzo 2011

Artusiana basket Forlimpopoli – Polisportiva Stella Rimini: 73 – 66

Brutto ko per gli Junior sul campo dell’Artusiana Forlimpoli, che si impone 73-67 dopo 40 minuti a dir poco altalenanti.

Brutta sconfitta non tanto per l’avversario, che nel corso del campionato si è dimostrato più volte squadra “tosta” (12-5 il bilancio fino ad ora), quanto per le assenze dell’ultimo minuto che hanno costretto la Stella a presentarsi a questa importante sfida senza 5 giocatori.

Oltre agli infortunati D’Angelo e Maggioli, sono mancati nell’ordine Miniutti, Leurini e Tezzele, oltre a Russu della squadra under 17, che sarebbe stato a dir poco utile..

Peccato veramente, perché la squadra ha dato tutto quello che poteva: nel finale le è mancata la lucidità che invece aveva avuto all’andata, dimostrandosi incapace di gestire quel +8 (50-58 al 33’) che con tanto ardore si era guadagnata sino a quel momento.

Decisivo un canestro più fallo di Missiroli “valutato” sfondamento dall’arbitro, proprio sul 50-58, episodio che avrebbe probabilmente chiuso la partita, e che invece ha dato il là alla rimonta di un’ottima Artusiana, trascinata da un Frigoli a tratti immarcabile (30 per lui alla fine) e da un Nanni freddissimo e capace di segnare 9 dei suoi 13 punti totali nelle ultime decisive azioni.

Il match come detto ha vissuto su un’altalena di vantaggi: parte a razzo la Stella, che val sul 10-2 dopo 3’, gli risponde poi Forlimpopoli che piazza un parziale di 16-4 che gli vale il 18-14 della prima sirena.

La squadra di casa tocca il massimo vantaggio sul 34-26 al 17’, con 10 punti consecutivi di Frigoli, ai quali risponde un contro break ospite fatto di difesa a tutto campo e ripartenze finalmente rapide, che gli consentono di chiudere all’intervallo sul 35-32.

Nel secondo tempo cambia l’inerzia della partita, con la Stella che schiera un quintetto “piccolo”, capace di raddoppiare e limitare il playmaker locale, sino a quel momento rebus irrisolto per la difesa gialloblù.

Ferrini e Amadori trovano più volte la via del canestro, permettendo ai compagni di mettere il naso avanti al suono della terza sirena (50-52), mentre la difesa a tutto campo fa il resto e costringe la squadra di casa a numerosi errori, che sul canestro in penetrazione di Sanviti sprofonda a -8.

Poi l’episodio già raccontato, il fallo di sfondamento sulla palla recuperata di Missiroli (molto dubbio, e fischiabile solo se giochi in trasferta..), che dà il via al finale travolgente dell’Artusiana, capace di rimettere in piedi una partita in pochi minuti (come la stessa Stella nella partita di andata).

Si arriva così all’ultimo minuto con i padroni di casa sul +3 e quindi tutto da giocare: Sanviti sbaglia il comodo appoggio del -1, mentre a pochi secondi dalla fine la tripla del pareggio lanciata da Ferrini si spegne poco lontana dal ferro.

I tiri liberi su fallo sistematico scrivono il 73-66 finale, ma la i ragazzi sono arrivati al rush finale senza benzina, stremati e delusi da un finale che con un paio di effettivi in più a disposizione, sarebbe stato probabilmente ben diverso.

Il tabellino POL STELLA RN:

Amadori 16, Zannoni 2, Ferrini 17, Amaduzzi 8, Vannucci ne, Bollini 2, Sanviti 12, Missiroli 9.

5^ Giornata ritorno, Rimini 19 febbriaio 2011

Polisportiva Stella – Primocaso Rimini: 84 – 53

Va alla Stella anche il “derby” di ritorno contro il Primocaso Bk Rimini, che come da pronostico cede 84-53 senza opporre grossa resistenza.

La partita infatti non è mai stata in discussione, a partire dal 10-0 dei primi 4 minuti, nei quali i gialloblù senza strafare, recuperano 4 palloni su pressione difensiva e portano la gara da subito sui binari a loro più congeniali.

Gli ospiti provano poi a rifarsi sotto ed arrivano a -2 sul 14-12, ma la reazione è tutta qua, perché a partire dal 19-14 del 10’ tutti i parziali saranno nettamente a favore della Stella (40-23 all’intervallo, 67-37 al 30’).

I ragazzi di casa hanno mostrato per tutta la contesa un buon atteggiamento, alternando con lucidità difesa a uomo e zona, e giocate apprezzabili in attacco; il Primocaso invece ha mostrato tutti i suoi limiti, sia tecnici che di organizzazione.

Da segnalare le prove dei sempre vivaci Ferrini e Amadori (21 e 18 pt), mentre si è rivisto su buoni livelli anche Miniutti (14), protagonista di una gara grintosa e concreta.

Il tabellino POL STELLA RN:

Amadori 18, Leurini, Zannoni 4, Sanviti, Ferrini 21, Miniutti 14, Tezzele 7, Amaduzzi 7, Vannucci, Bollini 7, Missiroli 8

3^ Giornata ritorno (recupero), Forlì 27 febbraio 2011

PGS Don Bosco Forlì – Polisportiva Stella Rimini: 46 – 85

Gli under 19 di coach Galli strappano l’ennesimo referto rosa sullo storico parquet del “Villa Romiti” di Forlì, regolando per 86-45 il PGS Don Bosco dopo un match ben giocato specialmente nella seconda parte di gara.

Ben distribuiti i punteggi per i ragazzi della Stella, il cui quintetto ha prodotto gran parte del bottino offensivo (74 punti sugli 86 totali), pur evidenziando una difesa invece quantomeno rivedibile, specie nel corso delle prime battute di gara.

Nei primi 20 minuti infatti, la guardia di casa Drudi ha sorretto praticamente da solo la propria squadra, infilando ben 5 triple concesse dalla poco attenta difesa ospite.

Il punteggio del primo quarto (15-16), racconta di una Forlì rimasta addirittura in scia della ben più quotata Stella, che tuttavia appena ha aumentato il numero dei giri del motore, ha trovato immediatamente l’allungo (24-39 all’intervallo).

Nella ripresa la squadra di casa cede inesorabilmente, condizionata anche da un inspiegabile nervosismo della panchina, che in più di un’occasione ha criticato una direzione di gara che, nonostante qualche errore da una parte e dall’altra, si è dimostrata lineare e coerente con l’evolversi di una partita che oramai non aveva più nella da dire.

Il terzo quarto finisce così 33-63, stesso copione negli ultimi 10 minuti (45-86 il già citato finale). Da segnalare comunque le tantissime palle recuperate dalla difesa stellina, che ha dimostrato, quando ne ha voglia, di risultare efficace e capace di coinvolgere tutti gli effettivi della squadra.

Il tabellino POL STELLA RN:

Amadori 17, Leurini, Zannoni 3, Sanviti 4, Ferrini 16, Miniutti 17, Tezzele 2, Amaduzzi 7, Bollini 3, Missiroli 17

Basket under 19 – 4^ giornata ritorno

Rimini 14 febbraio 2011

Polisportiva Stella Rimini – ACMAR Ravenna: 65-75

Commento:

Seconda sconfitta stagionale per gli under 19, ai quali non riesce l’impresa dell’andata contro l’Acamar Ravenna, che si impone 75-65 e conquista la vetta solitaria del campionato con 13 vittorie su 14 incontri.

Troppo evidente la differenza fisico-atletica tra le 2 squadre, con la Stella peraltro priva dei suoi 2 “lunghi” titolari, che all’andata erano ben riusciti ad arginare il pivot ospite Cicognani, oggi invece protagonista di una partita da 24 punti e 22 rimbalzi, di cui 8 offensivi convertiti a canestro.

A questo si è aggiunta la presenza del play ospite Bianchini assente nel primo confronto, che con i suoi 24 punti, al pari del sempre bravo Morigi (18 per lui), ha trascinato la squadra nei momenti in cui la Stella ha tentato di riavvicinarsi.

Per i padroni di casa, comunque una positiva prova di squadra, penalizzata solamente dalle scarse percentuali al tiro da 3 punti, statistica che invece ha premiato Ravenna capace di scavare il solco nel terzo quarto proprio grazie a 4 “bombe” consecutive, che hanno spento le velleità dei gialloblù sin li in partita e decisi a non mollare il confronto.

Gli ospiti partono a razzo (0-10 dopo 3’38”), ma dopo il timeout la Stella si scrolla di dosso l’adrenalina che sin li l’aveva bloccata, e si rifà sotto (8-13) grazie a 7 punti consecutivi di Ferrini; ci pensa però Morigi a ricacciare indietro gli avversari, siglando 5 punti alla fine del quarto che valgono l’11-21 alla sirena.

Il copione è chiaro sin dall’inizio: in difesa Cicognani chiude l’area e non si lascia scappare un rimbalzo, in attacco quando riceve in post è immarcabile, (nonostante una difesa più che dignitosa) e quando i compagni sbagliano, cattura la carambola offensiva e la tramuta in 2 punti.

Nonostante questo, la Stella non demorde, e grazie alla zona 1-3-1 riesce a calare i ritmi quanto basta per rifarsi sotto (27-30 al 17’), sbagliando per 2 volte la tripla del pareggio e chiudendo all’intervallo sul -5 (30-35), lasciando viva una gara i cui contenuti si fanno via via sempre più interessanti.

Il terzo quarto riparte in equilibrio, prima che Bianchini e Morigi centrino le 4 triple consecutive che spaccano la partita (47-62 al 30’), un colpo da ko dal quale i ragazzi di casa non sono in grado di rialzarsi, complice anche l’infortunio di Maggioli, fin li molto positivo in difesa e a rimbalzo.

Ravenna spinge ancora e tocca il massimo vantaggio sul +19 al 33’, poi il coach ospite decide che per Cicognani può bastare così (sinceri complimenti a questo ragazzo del ’92 che si sta ritagliando uno spazio importante in B2), e la Stella può tornare a battagliare contro un avversario “terrestre”.

Il finale vede la reazione d’orgoglio di Amadori e compagni, che gli vale il -10 finale e i meritati applausi del numeroso pubblico presente.

Prossimo impegno sabato 19/2, in casa:  sarà derby contro il Primocaso Rimini, partita da non lasciarsi sfuggire.

Il tabellino:

POL STELLA RN:

Amadori 11, Leurini 9, Zannoni 10, Ferrini 15, Miniutti, Tezzele 2, Vannucci, Bollini 2, Russu 8, Missiroli 2, Maggioli 6.

ACMAR RAVENNA:

Morini, Cesprini, Bianchini 24, Morigi 18, Romano, Cicognani 24, Cancelliere, Zanni 2, Caroli 4, Biral 3.